MATRIMONIO IN PILLOLE – Anniversari 2015

ANNIVERSARI – 5° – DI MATRIMONIO 2015

Parrocchia Santa Maria Ausiliatrice – RiPiaNibbi –

“Se incontrarsi resta  una magia, è non perdersi la vera favola”                                                                                                                                                                    
[M. Gramellini]
“Dope le cumbiette esce le defiette”                                                                                                                                                                                                                          [Proverbi Abruzzesi]

Alcune considerazioni

tra vissuto locale e spunti letterari

Tra “Istituto/Rito” religioso e “Contratto sociale” civile, si innesta una delle più importanti formazioni sociali, che marca la divisione esistenziale tra individuo e società, attraverso l’unione di due singoli, che vanno a formare il primo elementare Gruppo. (Gruppo: è un insieme di individui le cui attività sono tra loro collegate in modo sistematico per raggiungere un certo fine. Questa regolarità di interazione tiene insieme i partecipanti, dando vita a una distinta unità con una propria complessa identità sociale. I membri di un gruppo sociale si aspettano gli uni dagli altri certe forme di comportamento, non richieste ai non appartenenti ad esso)

Ci si unisce con un’altra persona per esigenza di sicurezza. Si cede così una parte di libertà individuale, per avere la possibilità di essere aiutato dall’altro in caso di bisogno. E questa mutua scelta la si consolida con un contratto di impegno morale, civile e giuridico. Gli elementi che intervengono ad arricchire e affascinare emozionalmente l’adesione a questo contratto di mutuo soccorso, sono di natura “chimica”: sessuale ed amorosa.

La cosa veramente importante, fondamentale secondo noi, e trasversale ad ogni promessa solenne di natura religiosa e/o civile, è la scommessa (intesa come sfida esistenziale) a impegnarsi e riuscire a non rompere mai questo legame, per nessuna ragione o accadimenti di varia natura dovessero sopravvenire. E’ forse uno dei pochi, se non l’unico, scopo di vita che l’individuo ha per elevarsi ad essere sociale, per dare un respiro più ampio al senso dell’esistenza, è darsi una missione da perseguire “a qualsiasi costo”, anche della vita stessa. Pànta réi: tutto scorre, tutto passa e tutto può cambiare; nella vita di una persona però (in quanto ha a che fare con altri suoi simili), a nostro modesto parere, ci deve essere qualcosa che non può cambiare e che deve essere onorato se vogliamo, naturalmente, completarci e guadagnare la dignità di “Umani”.

“… e magari ci saremmo dati uno schiaffo, avremmo pianto, ci saremmo picchiati per quello che aveva fatto lui… che aveva fatto lei, per quello che ci eravamo presi senza chiedere – per le colazioni mute, le cene col sorriso di circostanza, le incalcolabili ore della vita dell’altro – niente di più o di meno di un matrimonio”

“E’ una follia pensare di poter costringere un vecchio amore a tornare com’era… Un vecchio amore, un vecchio amico. Alcuni ci provano. E’ una follia… o forse provare è la cosa migliore che possiamo fare nella vita?”

“…la passione e la bellezza non spiegano niente; queste cose sono ovunque e pochi di noi sono belli. Perdono l’equilibrio sia i ricchi sia i poveri. Saranno la sconsideratezza della gioventù o i capricci della vecchiaia, ma la pazzia non fa differenze… Perchè si decide di restare? Nessuno lo sa, finchè non arriva l’intuizione: la vita è breve, le occasioni sono poche. Se è alla vostra portata, scegliete l’estasi; se appena potete, scegliete l’amore. La pazzia non c’entra. Forse, nelle nostre vite ordinarie, è l’unico vero gesto di poesia.”

[Brani tratti dal libro “La Storia di un Matrimonio” di Andrew Sean Greer]

 

RINASCITA

“Tiepida aria intensi odori,

morbida luce luna lampione:

forme sostanza viva, sensazione

donano mirra, incensi e ori.

Riprodurre replicare inebriare,

definire contorni d’essenza,

densità di offuscata presenza

l’esaltante rossore spiegare.

Abbandoni provati, crescita;

rivelazione l’essere simili,

conforto di pace negli idilli,

rinnovata speranza, rinascita.

[Giuseppe Capuzzi]

By | 2017-08-09T14:06:43+00:00 lunedì, 14 dicembre, 2015|Uncategorized|0 Comments
Read More

#SCATTIdiNATALE 2015

Per queste feste abbiamo in serbo per voi un concorso fotografico dedicato al Natale.

Partecipare è semplice, dall’ 8 Dicembre al 31 Dicembre 2015 inviate due foto dal tema natalizio alla nostra mail info@ripianibbi.com , nella mail ricordate di scrivere l’autore.

Dal 2 Gennaio 2016, tutte le foto che riceveremo, saranno pubblicate sulla nostra pagina Facebook RiPiaNibbi e sarete voi a scegliere lo scatto più bello tramite i “Mi Piace”.

PRONTI A SCATTARE?!

Scatti di Natale 2015

Partecipare è semplice, dall’ 8 Dicembre al 31 Dicembre 2015 inviate due foto dal tema natalizio alla nostra mail info@ripianibbi.com , nella mail ricordate di scrivere l’autore.

Dal 2 Gennaio 2016, tutte le foto che riceveremo, saranno pubblicate sulla nostra pagina Facebook RiPiaNibbi e sarete voi a scegliere lo scatto più bello tramite i “Mi Piace”.

PRONTI A SCATTARE?!

“Se una fotografia non racconta una storia non è una fotografia. Forse è la storia di tutti i nostri pensieri, quelli che diventano pubblici e sfidano i luoghi comuni e quelli che per pudore restano confinati”

“Naturalmente ci saranno sempre coloro che guarderanno solo alla tecnica e chiederanno come?, mentre altri, di natura più curiosa, domanderanno perchè?”

By | 2017-08-09T14:06:43+00:00 lunedì, 7 dicembre, 2015|Uncategorized|0 Comments

LA CUNCEZZIONE

Recita un detto antico, adottato dalla nostra civiltà contadina:

“Vè ghe’Dì che la Madonne t’accumbegne”

In questo tempo di Avvento, però, siamo noi ad accompagnare la Madonna. Nell’attesa della Nascita/Rinascita di Gesù e del cambiamento in meglio del mondo, con un’accezione tutta contadina, che si identifica con il rinnovamento della natura e incarnando riti che simboleggiano attesa e purificazione.

La tradizione dei Falò si fonde al carattere purificatore del fuoco il quale, oltre a riscaldare la Madonna nel suo viaggio verso il concepimento, celebra l’immunità della Madonna dal peccato originale e prepara il suo viaggio verso Betlemme (è strano e drammatico che proprio le terre, dove è nato colui che doveva salvare l’umanità, sono le più martoriate del mondo da guerre di religioni, di civiltà, di etnie e di interessi economici e territoriali – Stigma dell’intera inciviltà del pianeta). I fuochi secondo tradizione hanno due poteri: liberavano dalla mala sorte, dai cataclismi e dalle malattie e propiziavano fertilità, abbondanza e amore. Erano, dunque, motivo di accattivarsi il bene del Cielo.

Oggi è soprattutto nel chietino che l’usanza resiste. Per esempio a Casoli, con una finalità anche commerciale oltre che folcloristica, quella dei Fuochi itineranti per il centro storico, dove i falò accompagnano anche la prima uscita comunitaria di mercatini, musica e acquisti in vista del Natale.

Fuoco INDIVIDUALE

Fuoco INDIVIDUALE

E’ difficile, nella società contemporanea, ricostruire il significato originario di alcuni riti delle società arcaiche e uno di questi prevedeva come usanza accendere i fuochi, sia individualmente che da vere e proprie forme collettive. Nell’antichità i fuochi erano considerati feste di rinnovamento, di buon auspicio e di purificazione per il nuovo ciclo del tempo e l’Abruzzo conserva, nelle sue tradizioni, molte feste di fuochi e ogni anno, all’alba dell’8 dicembre.

Fuoco COLLETTIVO

Fuoco COLLETTIVO

“T’arcuorde quende s’appecceve le fuoche,                                                                                                                   se spareve le ciucchelelle pe’darie?

 Ije, scta scene l’arvete ugne vote                                                                                                                                  che s’appicce na rise ‘mmocche a na femmene,                                                                                                          che n’ommene warde ‘ngiele come nu citelelle.”

                                                                                           

[Giuseppe Capuzzi]
By | 2017-08-09T14:06:43+00:00 domenica, 6 dicembre, 2015|Uncategorized|0 Comments

UN FALO’ AL CIRCOLO

Lunedì 7 dicembre 2015, nella vigilia dell’Immacolata Concezione, come da tradizione, presso il Circolo Libertas non perdere “Un Falò al Circolo”

12341291_598785666938708_757285282110489950_n

By | 2017-08-09T14:06:43+00:00 mercoledì, 2 dicembre, 2015|Uncategorized|0 Comments

APPOSIONATI DI DEMOCRAZIA – SEMINARIO

72° Anniversario della costituzione del Corpo Volontari della Libertà, sabato 5 Dicembre 2015 Casoli, Seminario: “Appassionati di Democrazia”

Il Programma completo:

appassionati_di_democrazia

By | 2017-08-09T14:06:43+00:00 martedì, 1 dicembre, 2015|Uncategorized|0 Comments

FUOCHI ITINERANTI 2015

Arriva la prima data segnare per le festività natalizie 2015, l’8 dicembre come da tradizione torna nel nostro paese l’appuntamento con “Fuochi Itineranti”.
Questa edizione presentata dall’associazione “Amicasoli” tramite i social con la seguente nota:

“Casoli 8 Dicembre 2015, #AMICASOLI con il patrocinio ed il contributo del comune di Casoli presenta:
FUOCHI ITINERANTI
visto il passo indietro dell’associazione NegozInPaese, che ha da sempre portato avanti questa iniziativa, con dedizione e passione, #AMICASOLI si è sentita in dovere di dare continuità a quella che ormai è una tradizione per il nostro paese, sperando di ottenere gli stessi risultati ottenuti negli anni precedenti, stando strettissimi con i tempi, l’associazione ha come sempre fatto il massimo affinché anche questa Immacolata Concezione sia una giornata da trascorrere nel centro cittadino tutti insieme…Oltre all’accensione dei fuochi, che verrà guidata dalla BANDA DI BABBO NATALE, durante il pomeriggio ci saranno TRAMPOLIERI, MANGIAFUOCO e REGALI PER TUTTI I BAMBINI…!!!” 

Fuochi Itineranti 2015 Casoli 8 Dicembre 2015

Fuochi Itineranti 2015 Casoli 8 Dicembre 2015

By | 2017-08-09T14:06:43+00:00 martedì, 1 dicembre, 2015|Uncategorized|0 Comments